La prima colazione: iniziamo la giornata con grinta

Oggi ti parlo della prima colazione, prendendo spunto da questo articolo pubblicato sul secolo XIX:

Latte in cattedra con 350 alunni e 39 insegnanti: ricominciare con le buone abitudini

A Genova è stato infatti promosso un evento dalla Camera di Commercio di Genova e dal Ministero in data 24 e 25 maggio finalizzato ad alimentarsi in modo sano. Dall’articolo emerge che diversi bambini dimostrano disordine nei pasti e privilegiano merende ricche di grassi; sono altresì ancora presenti nei genitori convinzioni errate su come organizzare in modo adeguato la prima colazione.

Quindi…come deve essere la prima colazione?????

Ricordi il famoso detto “Colazione da re”? La prima colazione dovrebbe rappresentare un pasto importante in quanto, al termine del periodo di digiuno notturno, ha innanzitutto la funzione di fornire la disponibilità energetica necessaria per affrontare le attività della mattina e, più in generale, della giornata.

colazione nutrizionistaGenovaUna prima colazione adeguata è associata ad un miglioramento delle capacità di memorizzazione, del livello di attenzione, della capacità di risoluzione di problemi matematici e della comprensione durante la lettura e l’ascolto; il miglioramento di tali livelli di performance non riguarda solo il periodo immediatamente successivo all’assunzione della colazione, ma si estende alle ore successive, ed è valido sia per il bambino/adolescente, sia per l’adulto.

La prima colazione deve prevedere fonti energetiche di rapido utilizzo unitamente a fonti a dismissione più lenta, per prevenire l’ipoglicemia ed il senso di fame reattivi, e modulare il senso di sazietà sia nell’immediato ma anche nel corso dell’intera giornata.

Non solo carboidrati a differente indici glicemico, quindi, ma anche proteine e grassi entrano necessariamente nel modello ideale.

Personalmente ai miei clienti propongo spesso come prima colazione la Crema Budwig di cui ho gia parlato in un mio precedente articolo che ti ripropongo: LA CREMA BUDWIG.Personalmente la ritengo il gold standard della prima colazione (ovviamente per chi non soffre di allergie od intolleranze ai suoi ingredienti) consentendo di arrivare al pranzo in totale tranquillità senza avere “attacchi di fame” o cali di attenzione durate la mattinata, sia essa di studio o di lavoro.

Alternative alla Crema Budwig possono essere ad esempio uno yogurt con cereali ed un frutto fresco di stagione oppure, perchè no, una colazione salata come ad esempio un panino integrale con una fetta di prosciutto cotto ed una spremuta fresca di arancia. Il tutto è importante che sia inserito in una giornata alimentare adeguata e che durante la settimana sia garantita una buona alternanza di alimenti.

E tu come inizi la tua giornata?

 

 

 

Lascia un commento