fiori di Bach GenovaI fiori di Bach sono stati messi a punto e sperimentati dal Dr Bach in un periodo che va dal 1928 al 1935, dopo aver già precedentemente lavorato a lungo su nosodi e vaccini.

Non si può parlare dei fiori di Bach se prima non si fa un cenno a quella che è la sua filosofia, riportata nei pochi testi che ci ha lasciato tra cui “Guarisci te stesso”.

Il dr Bach parla di un’anima, il nostro Io reale, il cui corpo è il suo tempio terreno e ne rappresenta il minimo riflesso; un’anima che ci guida, ci protegge e ci incoraggia a ricercare sempre il nostro vantaggio, almeno fino a quando noi glielo permettiamo.
Il dr Bach dice inoltre che siamo personalità il cui scopo in questo mondo è quello di raccogliere tutto il sapere e l’esperienza possibili, per sviluppare tutte le virtù che ci mancano e scacciare il male che c’è in noi.

Un ‘altra verità molto importante, che spiega il dr Bach nei suoi scritti, è che la nostra vita è piena di gioia e di pace, di fortuna e salute solo fino a quando l’anima e la personalità sono in sintonia tra di loro. Il conflitto insorge quando la nostra personalità devia dal percorso fissato dall’anima, o a causa dei nostri desideri mondani o perchè ci lasciamo suggestionare da altri. Questo conflitto è la radice della malattia e dell’infelicità.

Da questo concetto emerge quello che per Bach è la malattia: uno strumento adottato dalla nostra anima per indicarci i nostri difetti, per prevenirci dal commettere errori più grandi, per impedirci di fare ancora del male.

Essi sono in grado, come la bella musica, o qualsiasi cosa che gloriosamente elevandosi ci dia l’ispirazione, di innalzare la nostra vera natura, e portarci più vicini alla nostra anima; e tramite quell’azione autentica, recarci pace e alleviare le nostre sofferenze.

Essi curano, non attaccando la malattia, ma pervadendo il nostro corpo con le stupende vibrazioni della nostra natura più alta, alla cui presenza la malattia si scioglie come neve alla luce del sole.

fiori di Bach Genova

 

I rimedi floreali del dr Bach sono 38 (più il rescue remedy), sono stati scoperti in periodi diversi e vengono preparati, ancora oggi, con due metodi: la solarizzazione e la bollitura, in base al fiore che si desidera preparare. Il rimedio floreale trasmette una energia vibrazionale che risuona con l’emozione positiva opposta a quella negativa che ha causato la disarmonia, andandola ad annullare…a scioglierla come neve al sole

Nel suo testo “I dodici guaritori e altri rimedi”, il dr Bach suddivide i suoi rimedi in sette gruppi:

Per coloro che hanno paura: Rock Rose, Mimulus, Cherry Plum, Aspen, Red Chestnut.

Per chi soffre di incertezza: Cerato, Scleranthus, Gentian, Gorse, Hornebeam, Wild Oat

Per coloro che non mostrano sufficiente interesse per le circostanze attuali: Clematis, Honeysuckle, Wild Rose, Olive, White Chestnut, Mustard, Chestnut Bud.

Per chi è solo: Water Violet, Impatiens, Heather.

Per chi è ipersensibile alle influenze e alle idee: Agrimony, Centaury, Walnut, Holly

Per chi è sprofondato nell’avvilimento e nella disperazione: Larch, Pine, Elm, Sweet Chestnut, Star of Bethlehem, Willow, Oak, Crab Apple.

Per chi si preoccupa troppo del benessere altrui: Chicory, Vervain, Vine, Beech, Rock Water

 

Bibliografia: I fiori che guariscono l’anima. Edward Bach